Nuova sede logistica per il GRA di Roma

IMG_4954.jpg

Sabato 14 Settembre 2019, il consorzio di ricambisti GRA di Roma, socio Fencar e Novagroup, ha finalmente inaugurato la nuova sede logistica, sita in Via Monteleone di Fermo 18/20 (Roma). La struttura è comprensiva di un area dedicata allo stoccaggio di circa 3500 mq ed una corte esterna di 2000 mq.
Abbiamo colto l’occasione per intervistare Alessandro Fontana (Presidente del CdA) e Roberto Macirella (Amministratore Delegato).

Sig. Fontana, partiamo dalle origini.
Com’è nata l’idea di formare questo consorzio, e qual’è il significato dell’acronimo GRA?

Inizialmente “nato” come gruppo di acquisto è stato poi successivamente trasformato come consorzio. Il nome rappresenta l’acronimo di “Gruppo Ricambisti Auto” ed opera nell’ambito della distribuzione dei ricambi auto sull’intero territorio Laziale.

In che anno è stato fondato il GRA?  Quanti e quali sono i soci che ne fanno parte?

La costituzione del Consorzio GRA Scarl è avvenuta nel 2012, il precedente Gruppo d’acquisto si è invece costituito nel lontano 1998.
I soci che ad oggi compongono il consorzio sono: Aurelia2004, Aeffe04, Bieffe87, G.M. Autoricambi, Salvati Autoricambi, Palmarola Autoricambi, Autoricambi Osteria Nuova, T.R.Z. Autoricambi, Centro Viterbese Distribuzione e Colombiano Ricambi.

Sig. Fontana, ad oggi, qual’è la Composizione Societaria del gruppo?

Io personalmente ricopro l’incarico di presidente e il Sig. Roberto Macirella il ruolo di Amministratore Delegato. Il Sig. Gianni Colombiano oltre ad essere Consigliere, riveste anche la funzione di Vice Presidente, mentre il Sig. Tonino di Marco esercita il ruolo di Consigliere Delegato, mentre alla Sig.ra Gioia Terenzi è affidato il ruolo di Consigliere.
Per quanto riguarda la direzione generale del consorzio, questa è stata affidata al Sig. Alessandro Guaragnella.

Ci tengo però a sottolineare, come aldilà delle cariche, tutti, all’interno del consorzio GRA esercitino un ruolo fondamentale. Riteniamo che l’opinione, l’esperienza e la competenza di ogni socio sia importante perchè le idee migliori nascono sempre da sinergie, collaborazioni e spirito di squadra.

Alessandro Guaragnella, Tonino Di Marco, Sandro, Claudio e Marco Fontana, Vincenzo, Giuseppe e Roberto Macirella, Angelo Di Marco,
Carlo Baldassarre, Domenico Mucciarelli, Cesare, Bruno e Fabio Salvati, Mauro Terenzi, Vittorio Amura – Presidente Novagroup


Sig. Macirella, quanti sono i punti vendita ad oggi su cui può contare il gruppo?
E i clienti a cui fate riferimento?

Sono complessivamente 10 punti vendita che operano al momento prevalentemente a Roma e a Viterbo. Ovviamente il nostro obiettivo è quello di inserire nuovi operatori per presidiare al meglio anche le altre provincie del Lazio. Al momento serviamo complessivamente circa 1.600 officine con le quali gestiamo anche progetti di fidelizzazione con i vari network che rappresentiamo, in primis Oncar by Supernova.

Quali sono i principali marchi commercializzati dalla piattaforma?

In questo momento, i fornitori diretti sono 22: Gates, Trw, Eurogielle/Siaria, Sogefi/Purflux, Freccia/GSP, Corteco, IR, Vernet, M.i.r.a., Meyle, Osram, Arexons, Contitech, OpenParts, Bullock, Wynn’s, Fiamm, Exide, ERA, Ac Rolcar, Hella e Red Line. Nel breve/medio periodo, puntiamo a completare il pacchetto dei nostri fornitori inserendo altri marchi di assoluto prestigio.

Sig. Macirella, qual’è stato l’anno di ingresso del GRA in Fencar e successivamente in Novagroup?

Per quanto riguarda il nostro ingresso in Fencar, risale a 7 anni fa. Poi qualche anno dopo, per esattezza nel 2015 siamo diventati anche soci di Novagroup e quindi di Temot International. Abbiamo intrapreso questa scelta con entusiasmo e determinazione poiché siamo diventati parte di uno tra gruppi più rappresentativi nel panorama dell’Aftermarket Italiano, creando una nuova sinergia tra Distributori e Consorzi di ricambisti. Avere una progettualità -e i nostri investimenti vanno in questa direzione- è fondamentale per qualsiasi tipo di organizzazione, oltre ad essere indispensabile per affrontare le sfide che il mercato ci propone.